Miele Millefiori di Micigliano – Casale d’Annita

9,10

Vasi da 500gr

Primo classificato nella categoria Professionisti alla Prima rassegna Grandi Mieli Millefiori della Provincia di Rieti 2018
Associazione Apicoltori Alto Lazio
Il Messaggero

Descrizione

Il Millefiori di Micigliano – Casale d’Annita viene prodotto dalle api attraverso la bottinazione sulle tantissime essenze pedemontane dove la flora tipica è quella selvatica del nocciolo, del salice, del corniolo e a fine stagione del castagno e del timo. In questo areale non esistono coltivazioni di alcun genere, i boschi di castagno del Marrone Antrodocano sono a breve distanza tale da dare al miele il tipico sapore amaro smorzato dall’abbondante fioritura del rovo selvatico. Negli ultimi anni l’invasione del Cinipide del Castagno ha quasi azzerato la produzione di nettare e polline di questa essenza che comunque rimane percettibile. Questo miele ha colore ambra scuro , la sua cristallizzazione è molto ritardata e a grani medi.

Note dall’analisi sensoriale – Questo miele ha un’intensità olfattiva media con evidenti note solforate e valerianiche. L’analisi aromatica e gustativa ha la stessa intensità di quella olfattiva e, in un complesso di fruttato, aromatico e vegetale, prevale la sensazione chimica fenolica e acetata. Le sue caratteristiche olfattive fanno propendere per la presenza di nettare di timo serpillo o vulgaris Il miele ha un’intensità della sensazione dolce media mentre è poca quella acida e salata e assente quella amara.

Il Territorio – Micigliano con i suoi 120 abitanti ed un’estensione di 37Km2 è uno dei comuni meno popolati d’Italia. Sito a 1000 mt slm sul versante orientale del massiccio del monte Terminillo è punto di partenza per gli escursionisti che raggiungono il valico di Leonessa in un percorso naturalistico d’eccezionale panoramicità. Il paese ospita un antico mulino ad acqua recentemente ristrutturato, un suggestivo museo delle arti popolari e l’Abazia di San Quirico e Giulitta.

L’Apicoltore – Rinaldo vive ad Antrodoco e svolge l’apicoltura dal 1999, è presidente e fondatore dell’Associazione Apicoltori dell’Alto Lazio, esperto apistico e coordinatore del Progetto di Miglioramento dell’Apis mellifera ligustica, seleziona api regine, svolge programmi di ricerca con vari enti.
Gestisce circa 60 alveari in 4 apiari tra Antrodoco e Micigliano.

L’Apiario – Località: Micigliano – Zona – Casale d’Annita, 780 s.l.m. Apiario stanziale circa 18 alveari – Allevamento inserito nel Progetto di Miglioramento Territoriale della Ligustica – Produzione media 18Kg/Alveare

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Miele Millefiori di Micigliano – Casale d’Annita”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *